roma
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS
X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Italia- Francia 22-21

Un sogno fatto al Flaminio

Nessuno credeva alla possibilità di questa vittoria, i ragazzi hanno fatto il miracolo
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Un miracolo quello compiuto al Flaminio dai nostri ragazzi, nessuno credeva nella possibilità di una vittoria contro la Francia, ma l’impossibile è accaduto, e la vittoria è stata meritata, gli azzurri hanno giocato bene, bene come mai hanno fatto in questo 6 nazioni che ha visto la nostra nazionale perdere anche quando poteva e doveva vincere. L’Italia s’è aggiudicata anche il premio Garibaldi, disputato ogni anno nella partita contro la f Francia, il premio è stato consegnato al capitano Sergio Parisse da Anita Garibaldi pronipote di Giuseppe Garialdi. L’emozione è stata grande, il Flaminio era un cuore che palpitava per la Nazionale Italiana di Rugby, mai i tifosi sono stati così presenti, così vicini agli azzurri come durante la partita di ieri. C’è da dire però che non sono mancate note stonate, la tifoseria italiana, infatti, si è lasciata trascinare da refusi calcistici, importando nel rugby il malcostume del tifo del calcio, tanto che lo speaker è dovuto intervenire a richiamare i fischi ad ogni tiro di Parra. Tre punti messi a segno da Mirco Bergamasco a pochi minuti dal fischio d’inizio, segue una meta non trasformata per i francesi, al ’21 minuto va a segno un tiro di Parra, Bergamasco recupera, il primo tempo finisce 8 a 6 per la Francia. A cinque minuti dall’inizio del del secondo tempo Parra centra di nuovo i pali, 11 a 6 per la Francia, sempre Parra riesce a schiacciare l’ovale e poi trasformare la meta, 18 a 6 per la Francia, il match sembra irrecuperabile, ma ecco che Benvenuti e Masi riescono a sfondare fino alla meta, poi trasformata da Bergamasco, che ancora pochi minuti dopo centra i pali portando il punteggio 16 a 18, l’Italia recupera, i francesi sono nervosi, Trinh- Duc sbaglia il drop, ma il sogno si fa reale con la trasformazione di Mirco Bergamasco a 5 minuti dalla fine, siamo 22 a 21 per l’Italia, la Francia cerca di recuperare ma i placcaggi degli azzurri non lasciano penetrare i Francesi nell’area di meta, la Francia prova il tutto per tutto con la mischia nella metà campo italiana, ma gli azzurri tornano in possesso dell’ovale, l’arbitro fischia la fine ed è storia.

(foto gazzetta dello sport)

Manda i tuoi comunicati stampa a: redazioneroma@ilsitodiroma.it