roma
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

25 aprile

Gasperini fischiato a Porta San Paolo.

Per l'assessore alla cultura il 25 aprile è l'unica festa da ricordare per la libertà
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Nel corso delle celebrazioni per l’anniversario del 25 aprile svoltesi a Porta San Paolo un gruppo di appartenenti alla sinistra radicale ha coperto di fischi l’intervento di Dino Gasperini Assessore alla Cultura del Comune di Roma. Il ricordo dei martiri della resistenza è quindi passato in secondo piano a causa della contestazione avvenuta ai danni del rappresentante della Giunta Alemanno. In soccorso del contestato Gasperini è intervenuto Massimo Rendina comandante partigiano, il quale ha sottolineato l’impegno dello stesso Gasperini nel chiedere fondi per l’istituzione del Museo della Resistenza. Gasperini, visibilmente intimorito dai fischi, si è poi lasciato andare improvvisando un discorso pieno di amarcord e di passione per le gesta dei partigiani. Dopo l’intervento di Rendina, che ha puntualizzato la sua amicizia con l’assessore alla cultura, Gasperini ha urlato ai contestatori che quella del 25 aprile è l’unica data della libertà, quella per lui più importante e che lo è lo sarà sempre. “ Io, ha detto Gasperini, abitavo a San Saba e ho avuto la fortuna di un padre che tutti gli anni mi portava qui a festeggiare la data, la data della libertà, quella più importante e che lo sarà sempre''. Gasperini ricordando i caduti di Porta S.Paolo ha detto: ''Ricordiamo i caduti con deferenza , siamo usciti dal male assoluto del nazifascismo perchè quegli uomini hanno trovato un antidoto al male fatto dagli uomini. Viva il 25 aprile, viva la Resistenza ora, sempre e comunque''. Dopo queste dichiarazioni cucite su misura al pubblico presente al ricordo dei caduti di porta San Paolo in molti si sono spellati le mani per colui che appena presa la parola è stato coperto di fischi.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]