roma
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

Fosse Ardeatine

Due nuove targhe per Pierantoni e Zicconi

Il Comune di Roma ricolloca le insegne in piazza Ledro
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Sono state ricollocate stamattina in piazza Ledro nel 67° anniversario dell’eccidio delle Fosse Ardeatine, le targhe alla memoria del sacrificio di Luigi Pierantoni, tenente della Croce Rossa Italiana, e Raffaele Zicconi, impiegato dell’allora Poste e Telegrafi. Membri del Partito d'Azione Clandestino e residenti nel quartiere Trieste in piazza Ledro n.7, Pierantoni e Zicconi furono arrestati in seguito ad una segnalazione, rinchiusi a via Tasso e poi trasferiti nel carcere di Regina Coeli. Il 24 marzo del 1944 furono prelevati dalla polizia di sicurezza tedesca e trasportati alle Fosse Ardeatine, dove furono tra i primi martiri della rappresaglia nazista. Le targhe commemorative poste nel dopoguerra dal Partito d'Azione manifestavano i segni del tempo ed erano state più volte vittime di atti di vandalismo. Oggi, nel giorno della ricorrenza della strage, sono state sostituite con due nuove insegne in marmo, identiche alle precedenti ma collocate ad un’altezza maggiore al fine di preservarle da nuovi atti vandalici.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]