roma
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

Scuderie del Quirinale

Arte e vita di Lorenzo Lotto da Venezia

Percorso pittorico ed esistenziale di un outsider del Quattrocento
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Fino al 12 giugno alle Scuderie del Quirinale rivive la tormentata vicenda pittorica ed esistenziale di Lorenzo Lotto, il grande outsider incompreso del Quattrocento. Chiamato da papa Giulio II, l’artista abbandona il focolare veneto per Roma, la metropoli del classicismo rinascimentale, terreno di lavoro dei grandi Bramante, Michelangelo, Raffaello, Cesare da  Sesto e Sodoma. Lorenzo però non si sente parte di questa realtà aurea e, dopo aver abdicato a ogni incarico, sceglie la via dell’emarginazione. Colui che aveva saputo sintetizzare con maestria i precetti classicisti con gli ancora sconosciuti assunti barocchi, lascia a Raffaello la grande impresa Vaticana e si ritira fino alla morte nella Santa Casa di Loreto, nelle Marche.

La mostra si propone di riassumere l’esperienza pittorica e umana che si snoda tra Bergamo, Treviso e altre città marchigiane. La selezione delle opere evidenzia proprio l’aspetto della non integrazione che caratterizza questo grande allievo di Antonello da Messina, Giovanni Bellini e Albrecht Durer. Lorenzo mette su tela la sua complessa vicenda umana -inscindibile dal suo percorso artistico- e la sua avversità per una natura ostile e incomprensibile. Questo tormento interiore è espresso attraverso abbagli di luce fredda, incroci di sguardi dei personaggi, in un’atmosfera complessiva di realismo e di inquietudine.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]