roma
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).

Questione immigrazione

Alemanno: “Non possiamo accogliere rifugiati libici”

Il sindaco scrive al ministro Maroni
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

Gianni Alemanno stoppa l’arrivo di immigrati libici. In una lettera inviata al ministro Maroni, il sindaco capitolino ha scritto che “pur avendo piena comprensione della situazione emergenziale in cui l'Italia si trova a seguito delle crisi politiche e sociali che sono esplose nell'area Nord-africana, sono costretto a chiedere formalmente alle Autorità competenti di escludere l'area metropolitana di Roma Capitale dall'elenco dei possibili siti destinati ad accogliere i richiedenti asilo e i profughi provenienti da quelle terre”. Alemanno, nella missiva,spiega le motivazioni che, a suo avviso, portano la Capitale ad essere esclusa dai siti scelti per accogliere gli immigrati libici. “Innanzitutto vi sono i dati relativi all'emergenza nomadi e a coloro che risiedono negli accampamenti abusivi sorti spontaneamente sul territorio cittadino. I nomadi ospitati nei campi autorizzati sono circa 3.400, mentre 1600 sono quelli che vivono nei campi tollerati, infine si stima una presenza di circa 3000 persone che si sono stanziati presso accampamenti di fortuna, spesso privi di qualsiasi requisito in termini di sicurezza e sanità”. Alemanno, in tal senso, focalizza l’attenzione sulla questione degli accampamenti di fortuna in cui si trovano molti nomadi a Roma: “In attesa dell'approvazione della norma di legge che consentano di rendere certe le procedure di allontanamento dal territorio italiano degli immigrati neo comunitari che non rispettano le condizioni di legalità, e' necessario utilizzare alla sua massima capienza le strutture del CARA di Castelnuovo di Porto per poter sgombrare subito questi pericolosi accampamenti abusivi''.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]