roma
skyline
facebook twitter youtube Feed RSS

 

X
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
la denuncia

20mila permessi parcheggio per disabili scaduti e non restituiti

80 mila sono le autorizzazioni, ma almeno il doppio risultano quelle false
  • Notice: Undefined variable: node in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
  • Notice: Trying to get property of non-object in theme_fb_social_comments_block_comments_view() (line 116 of /var/www/pressflow/sites/all/modules/fb_social/modules/fb_social_comments/fb_social_comments.module).
Immagine articolo - Il sito d'Italia

I dati sul numero dei permessi concessi ai disabili romani lasciano molte perplessità se si analizzano le zone incui sono distribuiti. La maggior dei permessi è rilasciata per le zone del centro storico, mentre il numero diminuisce verticalmente per le richieste effettuate da chi risiede in periferia. Sarà un caso? La difficoltà di trovare parcheggio è certamente più alta nelle zone di massima circolazione, tante volte dicono i saggi a pensare male si fa bene due volte. Un dato su tutti lascia riflettere. Su 80.000 mila autorizzazioni, ben 20.000 non sono mai state restituite, neanche quelle che risultano a carico di persone defunte. A ciò vanno aggiunte le manovre illecite del popolo dei “ furbi” che ricorrono alla falsificazione dei tagliandi per parcheggiare liberamente sulle zone a pagamento. Basterebbero dei tagliandi con il codice a barre controllabili dagli ausiliari del traffico per mezzo di un lettore ottico specifico, ma a quanto pare questo problema non lo vuole risolvere nessuno. Come al solito a pagarne le conseguenza restano i più deboli, che di quei posti riservati ne hanno un bisogno reale.

Manda i tuoi comunicati stampa a: [email protected]